PORSCHE MILANO: RELAMPING LED

Efficienza energetica con alti standard illuminotecnici e qualitativi! Questo è quello che abbiamo realizzato nel Centro Porsche di Via Rubattino a Milano.
Il prestigioso marchio ha scelto la nostra ditta per progettare e realizzare un intervento di sostituzione di tutti i 305 corpi illuminanti, sia all'interno dello showroom, sia negli uffici, che nell'officina e nell'area esterna.
L'azienda aveva la necessità di ammodernare l'obsoleto impianto di illuminazione esistente, con un impianto in grado di garantire un'ottima resa cromatica, aumentando l'illuminazione generale e, d'accento, riducendo al tempo stesso i forti consumi derivati dalle vecchie lampade a scarica.
Questo intervento, permette un risparmio in termini economici di € 11.000,00 all'anno di energia elettrica e ridotti costi di manutenzione, vista la durata di 50.000 ore dei nuovi corpi illuminanti a led.
Rispetto al vecchio impianto, che consumava 103.000 kWh/anno, l'impianto di nuova generazione consuma solo 48.000 kWh/anno pari al 53% di risparmio, unitamente ad un'elevata riduzione di emissioni di CO2.
Oltre al risparmio energetico, l'obiettivo aziendale era quello di aumentare il livello illuminotecnico all'interno dei vari locali, passando dai 150 ai 700 lux medi nell'area showroom e dai 200 ai 600 lux medi nell'area officina.
Il giorno 19/03/2015, al termine di tutti gli interventi lavorativi, è stata inaugurata la rinnovata sede, diventando così il primo punto di riferimento ufficiale in Italia per l'assistenza, i ricambi, il restauro e la consulenza per le Porsche del passato.






RASSEGNA STAMPA

BIERRETI SRL: FREDDO GREEN

"E' nata, a Taglio di Po, la nuova piattaforma per lo stoccaggio e la distribuzione dei prodotti alimentari a temperatura controllata".
Oltre allo stabilimento di Porto Viro, nato dalla decennale esperienza nei trasporti, dei soci fondatori - Bonato Robertino, Ripepi Carlino e Ripepi Maximiliano - BIERRETI SRL, leader nel trasporto di prodotti alimentari, ha inaugurato il nuovo polo logistico del freddo a Taglio di Po, nell'area artigianale ad est della S.S. Romea.
La struttura, composta da 2 celle frigo, è stata realizzata rispettando i più avanzati standard normativi e particolare attenzione è stata riservata all'ambiente, vista anche la posizione dello stabilimento, all'interno del Parco Regionale del Delta del Po.
Ecco perchè FREDDO GREEN: il titolo racchiude tutta la tecnologia che è stata convogliata in questo lavoro e l'obiettivo per cui è stata utilizzata.
Proprio di tecnologia vogliamo parlare perche' questo non e' il solito stabilimento per lo stoccaggio di prodotti congelati, ma e' molto, molto di piu'.
Sono stati realizzati impianti con il massimo livello tecnologico oggi presente sul mercato e siamo orgogliosi di avere partecipato a questo progetto e di averlo concluso nel migliore dei modi.
L'obiettivo prefissato insieme alla proprieta' Bierreti Srl, fin dai primi incontri, era proprio quello di realizzare qualcosa di veramente innovativo raggiungendo al tempo stesso il massimo dell'energia risparmiata. Costruire, quindi, una vera e propria piattaforma di stoccaggio 'GREEN'.
L'azienda ha voluto dotarsi di un impianto fotovoltaico sulla copertura di entrambe le celle e di volere esclusivamente impianti di illuminazione, refrigerazione e riscaldamento, a basso consumo energetico.
L'energia elettrica e' l'unica fonte energetica presente nello stabilimento e serve sia per alimentare le enormi celle frigo che per mantenerle alla temperatura che può raggiungere i -30°.
A fronte di una simulazione iniziale dei consumi elettrici, abbiamo realizzato un impianto fotovoltaico che garantisce all'azienda circa 130.000 kwh all'anno di energia pulita , occupando l'intera superficie a disposizione e progettato in modo tale da generare una curva di potenza costante nelle ore della giornata. Facendo cio' l'autoconsumo di energia e' vicino al 100%.
Anche per la parte di illuminazione abbiamo voluto contenere i consumi energetici. Sono state utilizzate, infatti, solo lampade e proiettori con tecnologia led, sia all'interno che all'esterno della struttura.
La scelta di questa tecnologia e' avvenuta per diversi motivi: sia per contenere i consumi, che si attesta in circa 30.000 kwh all'anno risparmiati che per garantire ai lavoratori una buona qualita' ed uniformita' di luce all'interno di tutti gli ambienti, soprattutto all'interno delle scaffalature nelle celle frigo, dove le temperature estreme implicano l'utilizzo di particolari proiettori che garantiscono la tenuta e l'accensione immediata.
Nel nuovo stabilimento inoltre e' stato installato un sistema per il monitoraggio dei flussi energetici per poter cosi' avere sotto controllo in ogni istante sia da locale che da remoto i consumi dell'azienda e la produzione dell' energia fotovoltaica.
In conclusione, possiamo affermare quanto sia stato motivo d’orgoglio e di soddisfarzione per la nostra azienda collaborare con Bierreti Srl in questo progetto che ci ha reso partecipi di una realizzazione green ed eco compatibile.
Una vera eccellenza del nostro territorio polesano.






RASSEGNA STAMPA

LA PRIMA CASA PASSIVA CERTIFICATA NEL TERRITORIO DEL DELTA DEL PO

un grande polo tecnologico abitativo

-CASA "BENESSERE"-

Questo Progetto si è particolarmente distinto in ambito regionale per la spiccata connotazione di innovazione e sperimentazione applicate alla realta' territoriale. La Regione Veneto ha gia' premiato questo Progetto nell'ambito del programma regionale POR 2007-2013 per "competitivita' regionale e occupazionale" come vincitore del bando per ottenere importanti contributi per la ricerca, la progettazione, e la sperimentazione mediante la realizzazione di un prototipo. Il tutto nell'ottica di promozione e diffusione degli studi sostenuti e dei risultati in termini di ecosostenibilita' ed efficienza energetica.
L'obiettivo del Progetto è stato lo sviluppo e la promozione di una tipologia di edificio ad elevate prestazioni energetiche, costruito con materiali ecocompatibili ed a basso impatto ambientale. L' area del Delta del Po, caratterizzata da vincoli climatici e paesaggistici, comporta necessariamente lo studio e conseguente sviluppo di una soluzione abitativa "ad hoc" , attualmente non reperibile sul mercato attuale.
L'associazione Temporanea di Imprese denominata "Benessere" (Tumiati impianti – Zennaro Legnami – Edilferro) è stata costituita con le finalita' di affrontare in modo sinergico ed integrato le attivita' di ricerca, sperimentazione e realizzazione del Progetto. Ogni soggetto porta in dote la consolidata esperienza nel proprio settore, unita alla capacita' di gestire progetti e cantieri speciali. Le imprese si impegnano a favorire l'interscambio reciproco di conoscenze che mirano alla gestione efficace ed efficiente dell'iter integrato di analisi-progettazione-test-costruzione-verifica.
Costruita per il futuro: le case passive come la casa "Benessere" sono una specializzazione estrema degli edifici a basso consumo energetico. Sono concepite ed ideate affinchè i fabbisogni energetici residui possano essere soddisfatti attraverso l'impianto di ventilazione interno. Il fabbisogno di calore necessario è così ridotto che puo' anche essere fornito dalle comuni lampade ad incandescenza. Naturalmente non si fa affidamento a lampade, bensi a sistemi decisamente piu' efficienti. La potenza di riscaldamento necesaria per un appartamento nel giorno piu' freddo dell'anno è inferiore alla potenza di un asciugacapelli.
Una casa passiva, in un anno, ha bisogno in media di non piu' di 1,5 litri di carburante o di 1,5mc di gas metano (equivalenti a circa 15 kwh) per metro quadrato di superficie abitativa. Questo equivale ad un risparmio di piu' del 90% di energia rispetto ai consumi medi delle abitazioni attuali! Il 50% rispetto ad un' abitazione in classe "A".
Oltre al concetto di ecosostenibilita' assume particolare rilevanza il Confort Abitativo. Tutte le attivita' vitali producono umidita'. Lo stesso respirare produce umidita' , come pure farsi la docia, il bagno, lavare i piatti, fare il bucato... Troppa umidita' è nociva e mette in crisi la durabilita' dei materiali. Eliminando l'aria stagnante e pesante rimpiazzandola con aria fresca e filtrata, si riduce il livello di umidita' e si rigenera un clima interno ben ventilato e sano, proteggendo contro allergie, muffe, e altri effetti inslubri.
È stata avviata una collaborazione con l'universita' degli studi di Padova con l'obbiettivo di osservare e misurare la qualita' e il confort abitativo della casa passiva. La casa Benessere sara' monitorata per i prossimi 3 anni attraverso una serie di sensori.

Principali Benefici:
-altissimo Confort interno
-altissima qualita' dell'aria interna per tutto l'anno
-ridottisiimi costi per il riscaldamento
-ottima durabilita' della costruzione
-bassa dipendenza energetica
-nessun allacciamento al gas metano
-ridottissimo impatto ambientale
-alto valore economico intrinseco


Per maggiori dettagli rimandiamo al Sito Ufficiale HABITA.IT





VIDEO



RASSEGNA STAMPA

Fotovoltaico 2.0: GRID PARITY

Indipendenza dalla rete... è questo lo scopo principale!
Alla Newsea srl, azienda ittica di Rosolina in provincia di Rovigo, abbiamo realizzato un impianto altamente innovativo e primo in Italia per potenza e caratteristiche: produce solo energia destinata all'autoconsumo dell'azienda, e senza utilizzare incentivi statali.
Pura fantasia fino a pochi giorni fa, oggi una realta' che tante aziende vorrebbero.
L'impianto è di potenza pari a 199,5 kw, produce energia come tutti gli altri impianti fotovoltaici, ma è stato preventivamente dimensionato in base all'effettivo fabbisogno energetico dell'attivita', eseguendo un analisi energetica preliminare.
La Newsea è un'azienda commerciale dove si svolge un'attivita' di mantenimento e congelamento del pesce, questo si traduce in grandi consumi elettrici annui per il funzionamento delle celle frigorifere ma che grazie a questo impianto i kwh consumati si riducono notevolmente, andando proprio ad autoconsumare circa il 90% dell'energia pulita prodotta dal fotovoltaico.

Tutto questo significa un enorme risparmio di energia elettrica, e quindi benefici in termini economici sulle fatture energetiche, minori emissioni dannose nell'ambiente, e ancor piu' l'indipendenza dagli aumenti dell'energia elettrica negli anni.
Il tutto nonostante la mancanza di qualsiasi tipo di incentivazione statale, riuscendo ad autoconsumare una grossa quantita' di energia prodotta e grazie al contenuto costo di installazione, si è potuto avere dei ricavi paragonabili e a volte superiori ai vecchi conti energia, anzi visto il costo iniziale molto inferiore, il punto di pareggio è raggiungibile in minor tempo e con minori sforzi economici da parte dell'azienda.
L'impianto è composto da 798 moduli fotovoltaici da 250w e 9 inverter, tutto materiale italiano delle migliori marche a livello mondiale, proprio per garantire sicurezza e affidabilita' nel tempo al cliente.
Vista l'unicita' e la complessita' di installazione del progetto, abbiamo voluto anche dare un tocco archittettonico per renderlo proprio distinguibile da tutti gli altri impianti tradizionali: i moduli sono stati installati curando la posa nelle volte cuniformi con un disegno particolare che potete vedere nelle foto di seguito.

RASSEGNA STAMPA